Stai leggendo
19 ottobre “L’A Cena Futurista” dello chef Cogliandro

19 ottobre “L’A Cena Futurista” dello chef Cogliandro

La data della Cena D’Arte non è casuale, il 19 ottobre 1882 nasceva a Reggio Calabria Umberto Boccioni uno dei massimi esponenti del Futurismo.

Pittore, scultore e avanguardista un artista attaccatissimo alle sue origini e alla terra Calabra tanto da confessare al suo grande amico Marinetti il desiderio di lasciare una delle sue opere alla città di Reggio Calabria. 

I partecipanti all’Evento verranno condotti all’interno di uno spazio sospeso, l’inizio della pubblicità, nel quale l’essenza stessa del Futurismo prende vita.

Martedì 19 ottobre alle ore 21, nella cornice dell’A Gourmet a Reggio Calabria si uniranno due universi, quello artistico del Futurismo, con le sue opere indagatrici di mistero e le sue tele-universo popolate da moduli carichi di colore protesi verso l’infinito e quello culinario, con la creativita’ e l’abilita’ tecnica dello Chef Filippo Cogliandro

L’evento nasce da un’idea di Elmar – Elisabetta Marcianò  storica dell’Arte ed è l’affascinante e nostalgico argomento di cui oggi si occupa il mondo della cucina,  messo in scena dallo chef Filippo Cogliandro ma anche far conoscere il mondo della pubblicità e dell’illustrazione del primo ‘900, un meraviglioso viaggio attraverso i cartelloni pubblicitari dell’epoca, un tuffo nel passato che, attraverso i ricordi, che ci riporta ad un tempo che fu.

Il ‘900, universalmente considerato il periodo dei grandi illustratori, è anche definito come l’epoca d’oro dell’illustrazione. Per riuscire a capirne l’importanza occorre fare un passo indietro, quando il manifesto futurista del poeta e drammaturgo italiano Tommaso Marinetti, pubblicato dal quotidiano francese Figarò il 20 febbraio 1909, diventa il primo atto formale e pubblico di questa nuova epoca.

Viene inneggiata la civiltà industriale, esaltando il tema della metropoli moderna sede di una vita accelerata e concitata, ricca di stimoli sensoriali e intellettivi. Una vera dichiarazione di guerra alla cultura tradizionale e classicheggiante. I padri fondatori di questa nuova visione dell’arte sono Boccioni, Carrà, Russo, Severini.

Leggi anche
Andrea Lanfri record everest

A seguito di quest’onda, molti artisti si rendono conto di quanto sia importante abbinare  l’arte ai settori produttivi dunque si sviluppa  l’estendersi dei canoni artistici in ambiti popolari che ritroviamo nella moda e nell’arredamento.

Il 19 ottobre lo chef Cogliandro mette in scena un dialogo tra arte e cibo: i  sogni di artisti visivi verranno trasformati da un artista del gusto come lo chef Filippo Cogliandro in singoli elementi modulari gastronomici, dando vita a una vera e propria “arte- culinaria”, cibo e arte in relazione per piatti unici e inediti che verranno inseriti nel menù, un prezioso “tableau” di sapori, profumi, forme e dolcezze, che si sciolgono sensualmente in bocca, il rincorrersi di forme e colori, dolci, allegri e giocosi, gusto e colore, che, trasformandosi in materia liberano le opere d’arte che hanno dato l’ispirazione, dalla loro funzione di ornamento per diventare un’opera d’arte, direttamente in tavola, dal gusto impareggiabile.

Esperienze per arrivare ad una sintesi che rende la sua cucina immediata, fresca e leggera, senza eccessi di tecnicismo per piatti  particolarmente apprezzati per il loro equilibrio e anche per il loro effetto scenografico di uno chef di talento, capace di muoversi fra tradizione e creatività, una cucina semplice ma non scontata di una sorta di nuova cucina calabra con prodotti del territorio, sapori autentici, con qualche dettaglio che dà personalità e spunto alle preparazioni. 


L’A Gourmet L’Accademia
Largo C. Colombo, 6
89125 Reggio Calabria
ristorante@laccademia.it

(c) 2019 Wonderyou International Magazine
All Right Reserved. | Privacy Policy
Concept: Le Salon de la Mode  - Design by ludicafm

error: (c) 2019 Wonderyou Magazine - Tutti i Diritti Riservati