Stai leggendo
A l’Accademia Art Gallery, Stefania Auci col libro “l’Inverno dei leoni “

A l’Accademia Art Gallery, Stefania Auci col libro “l’Inverno dei leoni “

Chef Cogliandro

Il terzo appuntamento con la letteratura nazionale – il prossimo 25 febbraio –  con la “Cena con l’Autore” al  Ristorante Accademia Art Gallery ci regala un incontro con la notissima scrittrice Stefania Auci e il suo secondo romanzo sulla Famiglia Florio, il libro edito da Nord nel 2021 con una bellissima copertina che ritrae un particolare di un famoso dipinto di Johan William Godward, “L’inverno dei leoni”(Ed. Nord 2021) che ci regala altri settant’anni della saga della famiglia Florio (1865-1935), iniziata con “I leoni di Sicilia”(Ed. Nord 2019). 

Ospite dello chef Filippo Cogliandro la scrittrice sarà presente per firmare le copie del libro a questo imperdibile appuntamento mentre dialogherà con la giornalista Marina Neri.

Il secondo e conclusivo capitolo della saga dei Florio, originari di Bagnara Calabra, un piccolo paesino in provincia di Reggio Calabria raccontato nell’attesissimo “L’inverno dei leoni” è la storia del declino di una famiglia, ma è soprattutto una storia di fragilità e di amori, in un’Italia di profondi cambiamenti sociali e politici.

La scrittrice narra di come l’amore è il filo rosso che lega gli accadimenti, i Florio combattono, soffrono, gioiscono, sperano e si disperano… per amore, che prende ogni forma possibile e che ha svelato la straordinaria universalità di questa vicenda affascinante e complessa.

Da “l’𝗜𝗡𝗩𝗘𝗥𝗡𝗢 𝗗𝗘𝗜 𝗟𝗘𝗢𝗡𝗜“«Adesso tra le sue braccia c’è il futuro, suo e di Casa Florio. Il neonato spalanca gli occhi, scoppia in un pianto dirotto, ma Ignazio gli bagna le labbra con un dito sporco di marsala. «Questo sapore devi ricordare. Questo, ancor prima di quello del latte.» Se lo appoggia sul petto. «Questo ci ha reso ciò che siamo: i Florio.» 

Un appuntamento, il terzo, della “Cena con l’Autore”, che fa parte del progetto culturale di Elmar Elisabetta Marcianò, che avrà sullo sfondo l’abbinamento armonico con la mostra d’arte contemporanea collettiva dal titolo “Amore” che promuove l’incontro tra arte e letteratura con la cucina di Filippo Cogliandro e che ha avuto anche la visita di un gruppo di studenti del progetto Erasmus della Facoltà di Architettura dell’Università Mediterranea. 

Nel suo romanzo, l’Inverno dei Leoni la scrittrice narra di come l’amore è il filo rosso che lega gli accadimenti, i Florio combattono, soffrono, gioiscono, sperano e si disperano… per amore, che prende ogni forma possibile e che ha svelato la straordinaria universalità di questa vicenda affascinante e complessa.

Leggi anche

La Sicilia dei Florio e la Calabria di Filippo Cogliandro unite per una notte, dove si racconterà del Ponte sullo Stretto che era già in piedi 20.000 anni fa, quando Calabria e Sicilia erano unite da una stretta striscia di terra, oggi unite dalla pesca, dall’agricoltura, dall’accoglienza, due patrimoni culturali all’interno del Mediterraneo, che oggi lo chef Cogliandro modernizza nella sua cucina con un altro fenomeno notato dagli antichi quello che fu chiamato “Fata Morgana” che nei romanzi cavallereschi era  sorella di re Artù.

lo Chef Filippo Cogliandro

E le immagini, che hanno colpito lo chef Filippo Cogliandro sin dalla sua infanzia, sono dunque un mezzo per esprimere la cultura della sua terra, adatte a coglierne al massimo l’essenza, dove creatività e tecnica coesistono e si sintetizzano dando forma a idee ed emozioni, che prendono anima su raffinate ‘mise en place‘ che poi usa, in maniera complice, ne fa il suo sfondo, si diverte a giocare con le sensazioni che provoca, cambiando le carte in tavola e spingendoci a guardare la realtà da un altro punto di vista, magari attraverso una lente di ingrandimento.

L’A Gourmet L’Accademia Art Gallery
Via Largo Cristoforo Colombo, 6
89125 – Reggio Calabria

(c) 2019 Wonderyou International Magazine
All Right Reserved. | Privacy Policy
Concept: Le Salon de la Mode  - Design by ludicafm

error: (c) 2019 Wonderyou Magazine - Tutti i Diritti Riservati