Stai leggendo
Maximilian Nisi, in “Giuda”, prima nazionale da non perdere

Maximilian Nisi, in “Giuda”, prima nazionale da non perdere

Visualizza Gallery

Un appuntamento da non perdere quello con Maximilian Nisi giovedì 13 e venerdì 14 Agosto, con “Giuda” di Raffaella Bonsignori, impegnato in una prima nazionale al Teatro Comunale “Vittorio Gassman”,

per il 54esimo Festival Teatrale di Borgio Verezzi. Giuda è senza dubbio la figura più enigmatica e controversa del Nuovo Testamento, la sua storia, presenta molti misteri e lati oscuri che fanno di lui un personaggio problematico e complesso.

Giuda racconta la sua verità. L’uomo che l’umanità intera ha messo sotto accusa esce dall’ombra per dare la sua versione dei fatti, riscrivendo i confini del suo rapporto con Cristo. Il Giuda di questo testo non è solo un uomo del passato ma rappresenta anche un’icona delle contraddizioni di quello contemporaneo. Per Nisi non è una novità interpretare con grande abilità figure emblematiche della cristianità, come: Gesù, Giovanni Battista e san Francesco. In questo caso si ritrova a d’interpretare il cattivo, il traditore, probabilmente la figura più controversa della storia cristiana.

La scelta del soggetto nasce da una conversazione tra Raffaella Bonsignori e Maximilian Nisi, quando nel 2018 durante un’intervista in occasione del suo debutto a Borgio Verezzi con ‘Un Autunno di Fuoco’ di Eric Coble accanto a Milena Vukotic. L’attore le racconta di avere un’idea nel cassetto, dar voce a un cattivo biblico.

Racconta Nisi “Inizialmente pensai al demonio tentatore ma poi focalizzai l’attenzione su Giuda, il traditore – prosegue l’attore – Il testo che oggi viene portato in scena è frutto di modifiche, tagli e stimolanti ragionamenti scenici fatti insieme a Raffaella: nel corso di tanti incontri e svariate letture è stato arricchito in seguito dalle suggestioni musicali di Stefano De Meo, dalle immagini evocative di Marino Lagorio e dai costumi di Tiziana Gagliardi. Tutti insieme uniti in un momento in cui il teatro ha bisogno di cura e di tutto il nostro amore”.

 

Per Giuda, la video-art è a cura di Marino Lagorio, le musiche di Stefano De Meo, i costumi e gli elementi scenici di Tiziana Gagliardi, l’aiuto regia è di Paola Schiaffino, il coordinamento di Cristina Ferrazzi. Si ringrazia per la collaborazione la Sartoria Farani di Roma.

 

Leggi anche


Un segno di speranza e di ripresa, per il Teatro Comunale “Vittorio Gassman” che ha deciso di riaprire, nel rispetto delle norme per la sicurezza, con un primo obiettivo: mettersi al servizio della comunità.

Per la sicurezza e la serenità del pubblico si sono rispettate tutte le norme vigenti, il Teatro Gassman è tutti i suoi spazi sono stati sanificati e igienizzati, la platea è stata allestita nel pieno rispetto del necessario distanziamento fra gli spettatori.

Writer
Gabriella Chiarappa

Credits: Azzurra Primavera Ph.

(c) 2019 Wonderyou International Magazine
All Right Reserved. | Privacy Policy
Concept: Le Salon de la Mode  - Design by ludicafm

error: (c) 2019 Wonderyou Magazine - Tutti i Diritti Riservati