Stai leggendo
“L’Amerigo Vespucci”, approda a Taranto “capitale del mare”.

“L’Amerigo Vespucci”, approda a Taranto “capitale del mare”.

Orgogliosa di poter condividere con Voi la notizia che vede coinvolta la mia città nativa, in chiave positiva.

La nave più bella del mondo, l’Amerigo Vespucci è approdata oggi 22 Agosto a Taranto.

Lo splendido veliero, nave-scuola della Marina Militare, effettuerà una sosta fino a domani nella città dei due mari per concludere la campagna di addestramento 2020 degli allievi ufficiali, partita lo scorso 29 giugno da Livorno.

L’Amerigo Vespucci oggi 22 agosto ha fatto l’ingresso nel Mar Piccolo e, di conseguenza, dalle 13.30 alle 16.30 il Ponte Girevole effettuerà un’apertura straordinaria.

Rispetto alle precedenti volte in cui la Vespucci è venuta a Taranto, due importanti novità.

La prima: ahimè quella che non ha permesso le visite a bordo, visto il problema Covid. Il tutto per rispettare le norme di sicurezza, infatti nessuna visita è stata anche negli altri porti toccati dal veliero.

La seconda novità è che la Vespucci non è stata ormeggiata nella base navale di Mar Grande, come avvenuto l’ultima volta, ma transita lungo il canale navigabile, col ponte girevole aperto, posizionata davanti alla banchina del Castello Aragonese per essere così perfettamente visibile a tarantini e turisti da corso Due Mari e dal Lungomare.

Tra le testimonianze quella del sindaco Rinaldo Melucci, «-Il profilo inconfondibile del Vespucci presente nuovamente sul panorama del golfo di Taranto, un’immagine che racchiude l’essenza di un rapporto secolare, quello tra Taranto e la Marina Militare.

..
Un’immagine di eccezionale bellezza che racconta il destino di Taranto, “capitale di mare” che grazie agli sforzi che abbiamo compiuto negli ultimi anni si riappropria di un ruolo e di una ricchezza che aveva perso per strada-».

Molte le curiosità che avvolgono la nave più bella del mondo, l’Amerigo Vespucci è un fiore all’occhiello per il nostro Paese, rappresenta l’Italia in tutto il mondo, Il veliero è ambasciatore sul mare dell’arte, della cultura e dell’ingegneria italiana, inoltre dal 2007 è anche testimonial dell’UNICEF.

Leggi anche


L’8 agosto 2018 la nave ha superato per la prima volta nella sua storia il Circolo Polare Artico, navigando per 1640 miglia nell’Atlantico, dalle Azzorre fino all’Islanda, il punto più a nord che abbia mai raggiunto. Tra l’altro è fondamentale sottolineare l’inconfondibile eleganza italiana che emerge anche in questo caso.

I dettagli come per la Vespucci. Dallo scafo bianco e nero, con gli oblò che ricordano le batterie dei cannoni dei vascelli dell’Ottocento, fino ai fregi di prora e gli arabeschi di poppa in oro zecchino, e la polena a prua raffigurante l’omonimo esploratore. Il disegno perfetto di un veliero che profuma di mare e avventure. Per non parlare poi delle vele in tela olona, le cime in materiale vegetale e i legni super lucenti.

Gli interni non sono da meno. Elegantissimi arredi in legno degli anni ’30, come la Sala Consiglio in noce e mogano, utilizzata come salotto di rappresentanza.
Altrettanto importante è un lungo corridoio che mostra i Crest, emblemi a forma di scudo scambiati con le autorità dei porti in cui la Vespucci è stata ospitata e ormeggiata. Ed è sempre un grande orgoglio, descriverla ed ammirarla, visto che la nave della Marina Militare, si firma made in Italy.

Writer:
Gabriella Chiarappa

(c) 2019 Wonderyou International Magazine
All Right Reserved. | Privacy Policy
Concept: Le Salon de la Mode  - Design by ludicafm

error: (c) 2019 Wonderyou Magazine - Tutti i Diritti Riservati