Stai leggendo
Vittorio De Scalzi ci lascia, addio al fondatore dei New Trolls

Vittorio De Scalzi ci lascia, addio al fondatore dei New Trolls

Vittorio De Scalzi ci lascia all’età di 72 anni, colpito da una fibrosi polmonare dopo il Covid. L’annuncio della scomparsa del cantante e chitarrista ha sconvolto il panorama musicale italiano e non solo. 

Vittorio De Scalzi è stato uno dei musicisti che ha segnato in modo tangibile la storia della musica italiana. Fondatore dei New trolls, nonché autore di molte belle canzoni regalate a Mina, Vanoni, ma soprattutto di uno dei più begli album di Anna Oxa, tutti i brividi del mondo.

Fondò il gruppo rock progressivo dei New Trolls. A renderlo noto il profilo Facebook ufficiale dell’artista in un post: “Vittorio De Scalzi ci ha lasciato, ha raggiunto la sua Aldebaran. Grazie a tutti per l’amore che in tutti questi anni gli avete dimostrato. Continuate a cantare a squarciagola” quella carezza della sera”

…lui vi ascolterà”.

Fondatore nel 1967 dei New Trolls, gruppo rock progressivo di quel periodo. Vittorio è l’autore di brani come Visioni, Una miniera e Quella carezza della sera – ricorda il Club Tenco ripercorrendo la sua carriera – Impegnato costantemente in un lavoro di ricerca sulla musica tradizionale genovese, scrive canzoni dialettali che diventano parte del patrimonio culturale della sua città, Genova.

Leggi anche

Con la collaborazione di Fabrizio De André e del poeta Riccardo Mannerini compone i brani del concept album Senza orario senza bandiera. È autore per grandi interpreti quali Mina, Ornella Vanoni, Anna Oxa. Lo ricordiamo anche per il fantastico ‘Concerto Grosso per i New Trolls’, di cui Vittorio ha realizzato una bellissima versione dal vivo. Ha realizzato decine di dischi, suonato in centinaia di concerti.

Le sue collaborazioni – Fabrizio De André, Mina, Umberto Bindi, Ornella Vanoni e altri ancora – sono numerosissime a dimostrare, se ce ne fosse ancora bisogno, la sua grande versatilità di musicista e la grande disponibilità umana”. Il Club Tenco ricorda “tra i tanti alti momenti della sua carriera” anche “Il suonatore Jones” nell’album “Non al denaro non all’amore né al cielo” che cantò e suonò con Fabrizio De Andrè; “lo ricordiamo collaboratore e musicista insieme a tanti altri musicisti e artisti, sempre disponibile anche in turni quando portava in giro le sue canzoni. I grandi della musica italiana rendono omaggio a Vittorio De Scalzi: “Una perdita gravissima, ci lascia un grande artista”. 

Sfoglia commenti (0)

Leave a Reply

(c) 2019 Wonderyou International Magazine - All Right Reserved.
Privacy Policy | Cookie Policy
Concept: Le Salon de la Mode  - Design by ludicafm

error: (c) 2019 Wonderyou Magazine - Tutti i Diritti Riservati